Oggi 14 marzo 2016 si è riunito il Consiglio degli Studenti.
Questi sono i punti che sono stati trattati:

Votazioni per il CUG (Comitato Unico di Garanzia)
Da regolamento devono essere eletti 4 rappresentanti degli studenti: 2 donne e 2 uomini.
Sono stati eletti per i ruoli effettivi: Alberto Cassella (ListediSinistra) e Letizia Secchi (Studenti Indipendenti); mentre per i per i ruoli supplenti: Francesca Venturini (ListediSinistra), Luca Gorla (ListediSinistra).
La votazione è avvenuta con voto palese per alzata di mano.

Comunicazioni
Si ricorda a tutti gli studenti che le votazioni per eleggere il rappresentante in CNSU saranno il 18 e 19 maggio. 
Per maggiori informazioni sull’organo si rimanda al sito ufficiale cnsu.miur.it

Relazione al Consiglio degli Studenti sull'operato delle commissioni

  • Commissione didattica:
    • I membri si sono sentiti informalmente riguardo ad un problema con un esame di Scienze dei Materiali. Luca Racchetti (LdS) ha parlato con il capo dipartimento e con il professore supplente. Insieme a loro ha concordato di riferire la questione al docente titolare e allo studente interessato. Il problema sembra essere risolto, il Dipartimento si impegna ad evitare che la problematica si ripresenti.
    • La commissione ha fatto un sondaggio, aperto a tutti i Corsi di Laurea, sulle modalità d'esame al momento presenti. E’ emerso che molte delle modalità attuate non prevedono l'orale.
    • La commissione si è vista per parlare del regolamento.
  • Commissione sedi distaccate:
    • I membri hanno fatto una riunione in cui hanno deciso che affronteranno alcuni temi caldi per le sedi distaccate (mobilità, mensa, bar, spazi studio, orari, …) declinandoli e adattandoli alle diverse situazioni
    • La prima questione affrontata è quella della mobilità per cui si sta cercando di trovare nuove soluzioni in merito alla navetta (Monza e Milano) e, inoltre, alla possibilità per gli studenti di usufruire del servizio BikeMi che si sta diffondendo in maniera capillare nel nostro quartiere.
    • Davide Calabretta (Referente per la sede di Monza) chiede a Stefano Pini, responsabile spazi dell’Ateneo, di aggiornare il CdS su alcune tematiche che gli erano già state sottoposte ad inizio anno.
    • Gorla propone un incontro tra la commissione e Bellantoni, direttore generale, per avere anche il suo parere riguardo ad alcune questioni
  • Commissione regolamenti:
    • Si è trovata in sede comune con quella didattica.
  • Commissione Diritto allo Studio:
    • Ha riportato una panoramica sulla questione tasse e diritto allo studio in Bicocca e prospettive future (anche in previsione della chiusura del CiDIS).
    • La commissione ha calendarizzato degli incontri, che avverranno due volte al mese, con Bellantoni (Direttore Generale).
    • Il CdS si propone di stendere un documento programmatico per riferire le proprie idee, sull’utilizzo dei fondi, all'ufficio competente.

Mobilità e servizio navetta all'interno dell'Ateneo

  • MONZA
    Questione: Monza all'inizio dei corsi la navetta non è sufficientemente capiente.
    Soluzione: La richiesta è di aggiungere una corsa alla mattina e alle 17.
    L'appalto è in scadenza ad ottobre.
  • MILANO
    Questione: Viene utilizzata sempre meno. Viene usata molto alla mattina e poco al pomeriggio.
    Ci sono richieste su U16.
    Soluzione: bisogna prima capire il perché, si propone di fare un questionario
    L’ufficio si propone di indagare su una possibile riattivazione tramviaria Niguarda – Seregno ( che potrebbe passare per Villa Forno) e sulla possibilità di cambiare il tragito delle navette.

Nomina del Rappresentante degli Studenti nel Comitato Regionale per il Diritto allo Studio
Viene rinnovata la nomina di Simone Tatti (LdS)

Proposte modifica del Regolamento dei Dottorandi
Il documento è già passato in Consiglio della Scuola di Dottorato. Il DM45/2013 impedisce di fare 3 anni + 6 mesi per finire il lavoro. La modifica fa diventare la procedura: dopo 2 anni e 9 mesi il dottorando può chiedere 6 mesi in più, in seguito viene fatta una valutazione del lavoro per cui si possono dare altri 6 mesi al dottorando.
Per far sì che i dati del dottorando siano tutelati e anonimi i dottorandi chiedono al CdS di dare il proprio appoggio per chiedere all'Ateneo di attuare velocemente un sistema di tutela. Il CdS dà il proprio appoggio ai dottorandi.