Programma Generale

Dopo aver ascoltato le richieste degli studenti e le necessità dei dottorandi abbiamo assieme definito gli obiettivi che i nostri rappresentanti porteranno avanti nel prossimo biennio!

convenzioni trasporto pubblico

La Bicocca è un ateneo con una alta percentuale di studenti pendolari. Consideriamo necessario un intervento volto ad agevolare l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico, richiedendo convenzioni con le principali società di trasporti, che operano sul territorio, che permettano di ottenere ulteriori riduzioni del prezzo degli abbonamenti per gli studenti pendolari

Potenziamento Wi-Fi

Tra le diverse reti alle quali è possibile connettersi con i propri dispositivi in università, non sempre la qualità della connessione risulta efficiente. Proponiamo una razionalizzazione delle quattro reti a cui accedere dell’ateneo ed un servizio adeguato alle esigenze di chi necessita di utilizzare la connessione internet.

Eliminazione obbligo d'orale

La previsione dell'obbligo d'orale presente del regolamento ha portato, negli anni, ad inutili appesantimenti delle procedure burocratiche di verbalizzazione ed accettazione degli esami, rendendo necessaria, in ogni caso, la presenza fisica dello studente in ateneo anche nel caso di esami scritti, per i quali sarebbe auspicabile una procedura di registrazione completamente online. Crediamo che ci siano i margini per un intervento volto a regolare in modo diverso la disciplina, rispettando le varie esigenze delle diverse strutture didattiche e aree disciplinari. Con la possibilità, poi, di accettare o rifiutare un voto acquisito direttamente sul sistema esse3, gli studenti avrebbero la possibilità di evitare inutili difficoltà e tempistiche strette. Chiederemo, inoltre, che i docenti si impegnino a rispettare il regolamento che impone loro di registrare, il giorno stesso dell’esame, gli esiti attribuiti.

Più spazi studio

Apertura serale e nel weekend di biblioteche e mense, aule studio h24. Abbiamo già avviato nell’ultimo anno un dialogo con l’amministrazione e il personale tecnico-amministrativo per permettere, in particolare agli studenti fuori sede, di avere a disposizione spazi per il proprio studio anche negli orari serali (in cui normalmente gli edifici dell’ateneo sono chiusi) e durante il fine settimana. Proporremo l’apertura di almeno una delle biblioteche presenti in ateneo in orari serali e durante il weekend. Inoltre, per agevolare gli studenti che grazie alla borsa di studio possono usufruire di un pasto gratuito giornaliero, riteniamo necessaria anche un prolungamento degli orari e dei giorni di apertura delle mense convenzionate con il CIDIS. Sarebbe, poi, auspicabile la previsione di un’aula studio accessibile 24 ore su 24 agli studenti.

Appello extra all'anno

Crediamo che la previsione di un appello aggiuntivo per ogni corso di laurea possa rappresentare un’opportunità per tutti gli studenti, che consenta loro una miglior organizzazione e gestione delle sessioni d’esame e possa aiutare anche l’ateneo nel contrasto agli abbandoni. L’introduzione di un appello in più all’anno aiuterebbe l’ateneo nel processo che mira a permettere di ampliare la platea degli studenti che riescono a laurearsi in corso.

Rimodulazione fasce di reddito

In seguito alla riforma dei parametri ISEE, sui quali si basa la fascia contributiva di ogni studente, consideriamo necessario intervenire nel rimodulare le fasce di contribuzione verso l’alto. I nuovi parametri, infatti, hanno causato un generale innalzamento dei redditi, con conseguente aumento delle tasse a carico delle famiglie.

Incremento borse di studio

In questi due anni abbiamo ottenuto la totale copertura delle borse per gli idonei CIDIS e l’introduzione di una nuova borsa d’ateneo che tutela gli studenti con reddito di poco oltre la soglia prevista dal CIDIS. Crediamo che questo tipo di borsa sia in linea con un’idea di università che si preoccupi di garantire il diritto allo studio e auspichiamo che la stessa possa essere implementata, per coprire una platea più ampia di studenti.

Aule adeguate

Il problema delle aule poco capienti e non adatte al numero di frequentanti di un corso è un problema per numerosi corsi di laurea. Riteniamo necessari degli interventi volti ad una migliore e razionale gestione dell’assegnazione delle aule, con una maggiore presenza di prese elettriche a disposizione di chi utilizza strumenti informatici per seguire le lezioni.

registrazione delle lezioni

Per agevolare in particolare gli studenti lavoratori, per i quali non è sempre possibile la frequenza alle lezioni, sarebbe utile la previsione di una registrazione, audio o video, delle lezioni messa a disposizione di tutti gli studenti tramite i canali informatici dell’ateneo. Sempre a tutela degli studenti lavoratori, proporremo l’ìntroduzione di corsi serali che agevolino la frequenza alle lezioni, la pubblicazione delle dispense dei docenti e dei dati di ricerca.

Test Ingresso

L'introduzione del numero di abbandoni tra i parametri premili ANVUR (che comportano la distribuzione dei fondi statali per le università) ha portato in questi anni una tendenziale introduzione del numero programmato in sempre più corsi di laurea.
Riteniamo che il numero programmato sia un ostacolo al libero accesso al sapere e che le modalità di accesso non siano idonee a garantire una selezione adeguata e razionale. Ci opporremo ad eventuali proposte di introduzione del numero programmato in nuovi corsi di laurea e proporremo un sistema di selezione per i corsi che già prevedono il numero programmato più equo.

Comunicazione Ateneo-Studenti

Più informazioni, meno spam. Crediamo che la mail dell’ateneo sia uno strumento utile di comunicazione tra l’Ateneo e lo studente, ma pensiamo che vada rivisto il sistema di selezione delle notizie da trasmettere. Spesso gli studenti ricevono notizie che poco hanno a che fare con le loro attività e interessi in università, comportando un tendenziale disinteresse generale verso le comunicazioni che vengono trasmesse.

erogatori d'acqua

Abbiamo ottenuto negli anni precedenti l’introduzione negli edifici dell’ateneo di erogatori d’acqua gratuiti e di forni a microonde per agevolare il pranzo dello studente; riteniamo sia utile aumentare il più possibile il numero di questi strumenti a disposizione degli studenti e garantire una copertura di tutti gli edifici.

niente tasse dottorandi non borsisti

Riteniamo, dopo aver ascoltato le esigenze degli iscritti al Dottorato di ricerca, che la previsione della tassazione per i dottorandi che non ricevono borsa sia iniqua e comporti un onere eccessivo per queste figure. Proporremo, quindi, un’abolizione della tassazione per dottorandi non borsisti. Proponiamo inoltre che venga equiparata la mobilità internazionale dei dottorandi non borsisti alle condizioni riconosciute ora agli altri dottorandi.

abolizione salto d'appello

Il salto d’appello è uno strumento che da sempre rappresenta un inutile ostacolo per la carriera dello studente. Riteniamo che il non superamento di un esame non comporti necessariamente l’impossibilità di prepararsi adeguatamente per l’appello successivo. Chiederemo quindi che venga abolito il salto d'appello nei corsi in cui è ancora previsto.

Parcheggi gratuiti

Riteniamo indispensabile che i parcheggi presenti nel quartiere siano gratuiti per gli iscritti all'ateneo, vista la poca capienza dei parcheggi sotterranei dell'università. Inoltre continueremo ad opporci alla proposta di rendere a pagamento i parcheggi sotterranei.

Ciclofficina

Molti studenti, in particolare coloro che vivono in zone limitrofe alla Bicocca, decidono di raggiungere gli edifici dell’Ateneo in bicicletta. Crediamo sia utile proteggere questi studenti da possibili furti, introducendo posti bici che prevedano un sistema di sicurezza. Crediamo, inoltre, che un sistema di Ciclofficina, ossia di riparazione gratuita delle biciclette per gli studenti, sia un’iniziativa apprezzabile che incentivi gli studenti a muoversi in bicicletta e promuova un’idea sana di mobilità.

coinvolgimento degli studenti

Crediamo che l'Università debba diffondere il principio di democrazia per cercare di adottare scelte strategiche ottimali per l'Ateneo. Auspichiamo, inoltre, un maggior coinvolgimento e discussione, sia dei rappresentanti che degli altri studenti, negli organi collegiali dell'ateneo sulle scelte dell'amministrazione

lodi nel calcolo del voto di laurea

I regolamenti sulle lauree delle varie strutture didattiche e aree disciplinari vedono significative differenze nel calcolo dei punteggi. Pur ritenendo utile il mantenimento della discrezionalità delle strutture didattiche nella scelta dei parametri, riteniamo che, almeno per quanto riguarda la considerazione delle lodi nel calcolo della base di laurea, debbano esistere dei tratti comuni e delle regole generali d’ateneo.

Mensa universitaria

Auspichiamo che l’ateneo sia più attento alle esigenze e ai problemi di tutti i giorni che colpiscono chi ha deciso di vivere nel proprio periodo di studi in una delle residenze di proprietà dell’ateneo o del CIDIS. Riteniamo, inoltre, eccessivo il canone d’affitto che questi studenti devono corrispondere.

laboratori informatici

Abbiamo diversi laboratori nei quali è possibile utilizzare PC, capita di dimenticarsi la password o non possedere l'utenza per quel laboratorio. Proponiamo una soluzione integrata alla posta elettronica, alla segreteria online ed elearning per poter usare un singolo account per poter accedere in tutto l'ateneo.
Capita, inoltre, di dover cambiare laboratorio per questioni di orario, per questo proponiamo di concentrare le ore di apertura su specifici laboratori per permetterci di lavorare ininterrottamente e senza inutili spostamenti

Valutazione laboratori e tutoraggi

Oltre ai docenti, vi sono una serie di figure che interagiscono con gli studenti e li aiutano nel loro percorso di formazione, in particolare nelle attività di tutoraggio e di laboratorio. Vista l’importanza e il frequente utilizzo di queste figure, riteniamo sia utile ampliare i questionari di valutazione anche ad esse.

Chiavetta per le macchinette

Rendere fruibili le chiavette e introdurre i cambia monete: Per agevolare l’utilizzo delle macchinette presenti in ateneo, riteniamo utile la presenza di apparecchi che permettano di cambiare le banconote in monete e la diffusione delle chiavette a credito.

Convenzione piscina Suzzani

ListediSinistra propone un accordo tra il centro sportivo Suzzani e l'Università di Milano-Bicocca. Il centro, situato a poca distanza dall'ateneo, ospita sia una piscina con vasche da 25 m sia una palestra per il potenziamento fisico. Si vuole perciò avanzare una convenzione con il centro sportivo per ottenere prezzi agevolati per gli studenti.

competenze diffuse dottorandi

Proponiamo di investire nella creazione e nel rafforzamento di competenze diffuse necessarie alla candidatura di progetti di ricerca finanziati da enti pubblici e privati del territorio locale, nazionale e transnazionale (Unione Europea, Agenzie Internazionali, Fondazioni Private).

coinvolgimento attivo in progetti di ricerca

Riteniamo utile sostenere il coinvolgimento attivo di studenti, dottorandi e ricercatori, in progetti di ricerca interdisciplinari/interdipartimentali per rafforzare e valorizzare adeguatamente le loro competenze e generare ricadute positive sia per le carriere professionali individuali, sia per i singoli dipartimenti coinvolti e per l’Ateneo nel suo complesso.

VQR - Valutazione Qualità della Ricerca

Auspichiamo l’utilizzo della VQR come strumento di autovalutazione e crescita, non come indicatore per assegnazione degli scatti stipendiali o dei fondi di ricerca ai dipartimenti e agli atenei che hanno un punteggio maggiore. Lo strumento della VQR non può essere utilizzato in assenza di un progetto complessivo di valorizzazione della formazione universitaria in grado di stimolare anche gli Atenei meno virtuosi ad intraprendere percorsi di miglioramento sia sul fronte didattico che sul fronte della ricerca. Questa è l'unica prospettiva per non accentuare un divario già insostenibile fra nord e sud del paese.

attività didattiche dei dottorandi

Riteniamo che debbano essere maggiormente valorizzate le attività di supporto alla didattica e i tutoraggi tenuti dai dottorandi, in quanto di grande utilità per gli studenti. Inoltre queste attività sottraggono tempo alla ricerca che il dottorando svolge per il proprio progetto di dottorato. Chiediamo quindi che tali attività vengano adeguatamente retribuite.

tutoraggio

Accade spesso che i tutoraggi siano impostati come lezioni frontali e passive, talvolta dedicate alla copertura di parte del programma che dovrebbe invece essere trattata durante la didattica frontale. Non dovrebbe essere questa la loro funzione: riteniamo che questi momenti debbano essere un’occasione per lo studente di svolgere autonomamente esercizi sotto la supervisione di un tutor. Per questo chiediamo che essi siano organizzati in quest’ottica e che ogni docente fornisca esercizi con cui favorire lo studio individuale per una migliore preparazione dell’esame.