L'introduzione del numero di abbandoni tra i parametri premili ANVUR (che comportano la distribuzione dei fondi statali per le università) ha portato in questi anni una tendenziale introduzione del numero programmato in sempre più corsi di laurea.
Riteniamo che il numero programmato sia un ostacolo al libero accesso al sapere e che le modalità di accesso non siano idonee a garantire una selezione adeguata e razionale. Ci opporremo ad eventuali proposte di introduzione del numero programmato in nuovi corsi di laurea e proporremo un sistema di selezione per i corsi che già prevedono il numero programmato più equo.